CACIO E PEPE

15 Dicembre 2019 CACIO E PEPE

Quando si pensa a Roma, le prime immagini che vengono in mente sono San Pietro, Il Colosseo, Il Papa e probabilmente anche la cacio e pepe!
Questo piatto è un caposaldo della cucina romana forse ancora di più di Amatriciana, Gricia e Carbonara, la sua tradizione è lunghissima e fortemente legata alla campagna appena fuori Roma.

La cacio e pepe infatti nacque dalla tradizione pastorizia, quando, durante i periodi della transumanza, i pastori riempivano le loro sacche con alimenti semplici ma completi che potessero dare il giusto apporto calorico per sostenere la vita nel pascolo. Il pepe è una spezia che attiva i recettori di calore corporei e faceva sentire meno freddo, il pecorino era un alimento sempre presente nell’alimentazione dei pastori che forniva energia e proteine e ovviamente la pasta, immancabile per ciascun italiano.

La pasta, il pecorino e il pepe infatti sono gli unici ingredienti di questo famoso piatto, ma nonostante questa apparente semplicità, la sua realizzazione è tutt’ altro che scontata.
Ci vuole infatti molta esperienza per realizzare questo piatto a regola d’arte, con la gustosissima “cremina” che amalgami bene la pasta e crei quella esplosione di sapore nel palato.
Il segreto infatti è nella mantecatura degli ingredienti, e nelle corrette tempistiche e dell’utilizzo di un po’ di acqua di cottura per sciogliere il pecorino senza che faccia i grumi.
Sulla scelta della pasta, gli spaghetti sono sicuramente una delle opzioni e forse la più autentica, anche se ormai si sono fatti strada tonnarelli e rigatoni che sono entrati nella ricetta ufficiale.

Ogni ristorante tipico della capitale ha nel menù questa prelibatezza e quasi ogni romano saprà consigliare la trattoria dove fanno “la mejo de Roma”; sta a voi provarle tutte e decidere quale è la vostra cacio e pepe del cuore. State attenti però che non ci sia mai né burro né panna, perché quella non sarebbe più una cacio e pepe!

Noi accettiamo volentieri questa sfida, perché la nostra è davvero qualcosa di speciale, e ve la serviamo su un piatto d’argento..anzi di Cacio!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.